Accertamenti di base per l’anca


Sintomatologia


Nel momento in cui le superfici articolari diventano irregolari, la sintomatologia clinica si manifesta con dolore, diminuzione dell’escursione articolare e progressiva difficoltà nella deambulazione.
Gli spostamenti si fanno sempre più difficili così come le attività quotidiane (indossare calze o tagliarsi le unghie dei piedi) e l’aiuto di una persona diventa a poco a poco obbligatorio.
Col progredire della patologia i dolori aumentano e il paziente tende ad assumere degli atteggiamenti antalgici in flessione, rotazione e adduzione, che accentuano la zoppìa.
Lo specialista, in occasione della prima visita, valutando lo stadio dell’evoluzione della sintomatologia e dopo aver visionato gli esami radiografici, potrà orientare il paziente verso un trattamento farmacologico (anti-infiammatori, condroprotettori), una viscosupplementazione o, a volte, direttamente verso l’intervento chirurgico.

Gli esami di base


Gli esami indispensabili al momento di una prima visita per una patologia dell’anca sono le radiografie:

  • bacino di fronte in ortostatismo
  • l’anca patologica in antero-posteriore
  • l’anca patologica laterale.

Lo specialista potrà eventualmente richiedere altri esami (biologici, RM o TC) se lo ritiene opportuno.

LuciaAccertamenti di base per l’anca