Intervento di protesi di anca


L’impianto di protesi di anca è un intervento ben codificato che deve essere effettuato in una struttura specializzata.


L’intervento di artroprotesi di anca è preceduto da esami preoperatori e da una pianificazione tridimensionale.

La nostra équipe utilizza di preferenza la via anteriore mini invasiva,la via postero laterale può essere indicata in certi casi particolari.
Nei casi semplici, l’incisione è di 7-8 cm. di lunghezza.

Dopo un’anestesia loco-regionale effettuata nella sala anestesiologica, Lei verrà trasferito in sala operatoria dove il personale medico e paramedico procederà alla preparazione dell’intervento e quindi verrà posizionato per questo (decubito supino o qualche volte decubito laterale sulla parte sana).

Prima di iniziare l’intervento, il personale della sala operatoria provvederà alla check list operatoria: procedura obbligatoria che consiste nella verifica dell’identità del paziente, dell’idonea indicazione operatoria, del lato da operare, del corretto posizionamento del paziente, della presenza del materiale previsto e della composizione dell’equipe operatoria.

L’équipe delimiterà, dopo un’accurata disinfezione, il campo operatorio (zona dell’incisione) con dei teli sterili. Un’iniezione di antibiotici sarà effettuata prima dell’incisione. La zona verrà quindi ricoperta da una pellicola in plastica adesiva sterile che sarà incisa insieme alla pelle per isolare la cicatrice.

Rispettando il più possibile l’apparato muscolare, verrà evidenziata ed incisa la capsula articolare dell’anca, quindi la testa femorale verrà lussata e resecata. Attraverso l’utilizzo di frese metalliche di misura crescente, sarà preparata la cavità cotiloidea e ciò permetterà di ritrovare il diametro previsto nella pianificazione e di procedere all’impianto del cotile.

Il secondo tempo operatorio riguarda il posizionamento dello stelo femorale: dopo la preparazione del canale attraverso delle raspe di misura crescente, l’impianto femorale verrà posizionato secondo la pianificazione preoperatoria. La scelta del collo e della testa, prevista dalla pianificazione, sarà convalidata dai test di stabilità che vengono effettuati con degli impianti di prova.

Dopo l’impianto delle componenti definitive, procederemo ad introdurre un sistema di drenaggio intra articolare (prevenzione di ematomi) e ad effettuare la sutura per piani (capsula, muscoli, tessuto sotto cutaneo e pelle) della cicatrice.

Dopo il posizionamento di una medicazione compressiva, Lei verrà trasportato in sala di risveglio e controllato dagli anestesisti. Il tecnico radiologo effettuerà una radiografia che i chirurghi provvederanno a visionare prima di autorizzare la sua trasferta in camera.

Come tutti gli interventi, anche l’impianto di protesi totale di anca può presentare delle complicanze. La nostra principale preoccupazione è quella di assicurare la prevenzione (esami pre e post operatori) e di ridurre al minimo le conseguenze attraverso uno screaning precoce e il controllo dei pazienti.

Il trattamento anticoagulante sarà prolungato per tutto il periodo del ricovero e per una durata totale di 30 giorni.

LuciaIntervento di protesi di anca