Percorso via anteriore

Protesi d’anca mini invasiva con accesso anteriore

Protesi d'anca mini invasiva con accesso anterioreL’artroprotesi totale di anca è un intervento ormai considerato di comfort, ma resta pur sempre un intervento chirurgico con tutte le problematiche del caso anche se si utilizzano modelli e componenti tecnologicamente sempre più avanzati.
Adesso però si parla anche di nuove tecniche operatorie, tecniche meno traumatiche, più veloci e con decorsi post-operatori decisamente meno complicati come la protesi d’anca mini invasiva con accesso anteriore.

Via postero lateraleTradizionalmente la protesi d’anca viene impiantata con una incisione chirurgica localizzata a livello del fianco (via laterale) o a livello del bordo esterno della regione glutea (postero-laterale).

La più comunemente utilizzata è la via postero laterale di Moore, che permette di raggiungere la cavità articolare dopo avere divaricato i muscoli glutei e sezionati i muscoli rotatori esterni del femore. La fragilizzazione della parete posteriore dell’articolazione aumenta il rischio di lussazione della protesi.

Via postero laterale: posizione del pazienteLa posizione del paziente è in decubito laterale, poco comoda e con possibili dolori conseguenti dovuti all’appoggio sul fianco. Questa via di accesso è utilizzata da noi per gli interventi di revisione di protesi d’anca e per gli interventi di prima intenzione più complessi (lussazione congenita grave) o pazienti problematici (obesità).

L’intervento di protesi d’anca mini invasiva con accesso anteriore non comporta il distacco di muscoli per arrivare all’articolazione.

La tecnica prende infatti il nome dal particolare percorso anatomico che il chirurgo seguirà nel taglio per raggiungere l’articolazione coxo-femorale e procedere agli atti necessari per impiantare la protesi d’anca.

La chirurgia della coxartrosi sta evolvendo sempre più verso tecniche di mini invasività o meglio verso il rispetto tessutale con la scelta di percorsi anatomici che assicurino minore aggressione dei tessuti cutanei e muscolari: questo porta naturalmente alla scelta della tecnica di protesi mini invasiva con accesso anteriore .

Via anteriore Via anteriore: posizione del paziente

Il paziente viene installato in posizione supina (in modo più confortevole rispetto alle tecniche tradizionali) e questo consente all’equipe chirurgica di controllare facilmente l’assenza di dismetria degli arti inferiori.

La protesi d’anca mini invasiva con accesso anteriore è realizzata senza sezionare nessun muscolo, praticando un’incisione chirurgica longitudinale al confine tra faccia anteriore e laterale della coscia di circa 10 cm. Attraverso questa si arriva all’articolazione semplicemente scollando i muscoli tra di loro, senza inciderli o distaccarli.

Vantaggi conseguenti all’assenza di trauma sul ventaglio dei muscoli:

  • marcata riduzione del dolore post-operatorio 
  • scarsa perdita di sangue
  • rapida riabilitazione (il paziente cammina già al secondo giorno post-operatorio senza dolore)
  • assenza di zoppia sia a breve che a lungo termine
  • minore incidenza di lussazioni post-operatorie

Questa via di accesso è al momento riservata, salvo eccezione, alle protesi d’anca di prima intenzione, e legata all’assenza di contro-indicazione anatomiche (obesità, lussazione congenita grave, protrusione importante).

Bernard GassendProtesi d’anca mini invasiva con accesso anteriore

Commenti 2

  1. Vittorio Militano

    sembrerebbe una tecnica con minori rischi e dalle prospettive di recupero più favorevoli… ma la pratica solo lo Studio Ortopedico Pytheas?Vittorio Militano

    1. Post
      Autore
      Bernard Gassend

      Ovviamente no, non siamo i soli operatori ad adottare la via anteriore, ma fa parte del nostro concetto di “Slow Aggressive Surgery”(preparazione con fito e omeopatia, pianificazione 3D, risparmio tessutale per operatorio e cura del dolore postoperatorio con l’aiuto dell’agopuntura) con il quale cerchiamo di ridurre l’impatto dell’aggressione chirurgica per i nostri pazienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *